Amanda Knox non ha dormito, neanche un minuto: dopo la condanna a ventisei anni, ha passato la notte a piangere. Le compagne di cella l’hanno accolta con una tazza di latte, ma non è servito a calmarla.